Obblighi Collaboratori – GREEN PASS

Faq del Dipartimento Sport n. 16 – Ult. Agg. 27 settembre 2021

È richiesta la Certificazione Verde per le diverse categorie di lavoratori all’interno dell’impianto sportivo?

Si. In riferimento alla necessità di possesso della certificazione verde da parte di operatori come istruttori, tecnici, amministrativi, collaboratori sportivi, receptionist, etc. che operano all’interno di strutture sportive, palestre, piscine, ecc., si rappresenta che la normativa vigente all’articolo 9-septies del DL 22 aprile 2021, n.52 (convertito dalla L. 18 giugno 2021, n.87) introdotto dall’art. 3 del decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127 prevede che, a partire dal 15 ottobre e fino al 31 dicembre 2021, per chiunque svolga una attività lavorativa, anche nel settore privato, è fatto obbligo, ai fini dell’accesso ai luoghi in cui la predetta attività è svolta, di possedere e di esibire, su richiesta, la certificazione verde COVID-19.

La disposizione si applica anche a tutti i soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa o di formazione o di volontariato, anche sulla base di contratti esterni. La disposizione non si applica, invece, ai soggetti esenti  dalla  campagna  vaccinale  sulla  base  di  idonea certificazione medica  rilasciata  secondo  i  criteri  definiti  con circolare del Ministero della salute.

I datori di lavoro sono tenuti a verificare il rispetto delle prescrizioni.

Aggiornate sulla base delle disposizioni del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52 convertito con modificazioni dalla Legge 17 giugno 2021, n. 87 e come modificato dal decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105 e dal decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127

(ultimo aggiornamento 27 settembre 2021 – FAQ 7bis e 16)

Linee Guida Eventi Sportivi

Direttive per un corretto svolgimento delle Competizioni o Eventi

  1. La presenza del pubblico sarà valutata in occasione di ogni singola competizione in base alle disposizioni del dipartimento dello sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della regione territorialmente competente e della concreta possibilità da parte dell’organizzazione di seguire le suddette disposizioni.
  2. L’accesso all’impianto è consentito 20 minuti prima dell’orario di inizio. Il riscaldamento sarà previsto dall’ordine di lavoro. Sarà cura dell’organizzazione disporre nel miglior modo possibile il controllo tessere e le necessarie verifiche dovute all’emergenza Covid 19.
  3. La permanenza nell’impianto è consentita solo per la durata del turno di gara al quale si partecipa.
  4. L’accesso all’impianto, nel rispettivo orario indicato dall’ordine di lavoro, è consentito esclusivamente alla delegazione societaria così composta:
    • atleti che gareggiano nel determinato turno di gara
    • due tecnici
    • accompagnatori, in numero di uno per atleta.
  5. All’accesso all’impianto sarà predisposto il controllo tessere (laddove non sia possibile effettuarlo prima della competizione).
  6. In questa fase avverrà anche la misurazione della temperatura, il controllo dei requisiti per accedere all’impianto (rispetto dei turni di gara e regolare iscrizione e tesseramento).
  7. L’accesso alla struttura e conseguentemente alla competizione sarà consentito solo a coloro i quali non presentino una temperatura rilevata superiore a 37,5 °C.
  8. Tutti coloro che entreranno al palazzetto, Tecnici, Giudici, Accompagnatori, Atleti e Organizzatori dovranno essere muniti di Green Pass, ovvero uno dei tre punti seguenti:
    • Certificato di avvenuta vaccinazione anti-covid, 1° dose effettuata almeno 15 giorni prima dell’ingresso;
    • Certificato di avvenuta vaccinazione anti-covid: 1° e 2° dose;
    • Certificato che attesta di aver effettuato il Tampone al massimo 48 ore prima dell’entrata al Palazzetto.
  9. Al momento dell’accesso nelle diverse zone dell’impianto (area di riscaldamento e campo gara) sarà richiesta l’igienizzazione delle mani con apposita soluzione idroalcoolica.
  10. L’accesso alle diverse zone dell’impianto è consentito solo con scarpe da ginnastica dedicate o ciabatte o copri scarpe.
  11. All’interno dell’impianto, eccezion fatta per gli atleti esclusivamente durante le fasi di allenamento e competizione, è obbligatorio per tutti l’uso della mascherina FFP2.
  12. In ogni zona dell’impianto saranno previste zone di attesa con postazioni distanziate.
  13. I soli partecipanti potranno accedere ai servizi igienici dedicati per ogni zona dell’impianto senza superare il numero massimo di persone consentito nei diversi locali.
  14. È vietato consumare cibi all’interno dell’impianto.
  15. Si invitano i partecipanti alle competizioni ad usare sempre e solo la propria borraccia/bottiglietta personale, eventualmente contrassegnata con il proprio nome. È vietato bere dal rubinetto.
  16. È vietato lasciare in giro vestiario e qualsiasi tipo di materiale personale. I propri effetti personali andranno riposti nelle proprie borse posizionate chiuse nelle aree adibite, ivi compreso ciò che riguarda l’igiene personale.
  17. Si dovrà accedere all’impianto indossando già l’abbigliamento di gara.
  18. È obbligatorio mantenere sempre la distanza interpersonale di almeno 1 metro. Durante l’allenamento è necessario mantenere quando possibile la distanza di almeno 2 metri.
  19. Occorre evitare gli spostamenti all’interno dell’impianto limitandoli a quelli necessari nel rispetto delle indicazioni di flusso e osservando le indicazioni della Direzione di Gara.
  20. Le cerimonie di premiazione dovranno essere svolte con la mascherina e mantenendo la distanza di sicurezza di almeno 1 m. In merito alle premiazioni, si seguiranno le indicazioni dell’organizzazione.
  21. Si richiede a tutti i partecipanti di collaborare rispettando le indicazioni dei volontari e degli operatori della società organizzatrice ed i flussi di entrata e di uscita predisposti dall’organizzazione.
  22. Eventuali partecipanti che nei 7 giorni a seguire l’evento dovessero risultare positivi al tampone (positività al Sars-CoV-19) sono invitati ad avvisare tramite mail la società organizzatrice e il comitato MSP di appartenenza.
  23. La società organizzatrice si impegna nel caso di ricezione di avviso di positività da parte di un partecipante di informare le società partecipanti a mezzo mail indicando orario e giorno in cui l’eventuale soggetto positivo era presente all’interno dell’impianto.

News Green Pass

Schema riepilogativo dell’obbligatorietà del greenpass.

Il 10-11 ottobre la Finale Nazionale Padel MSP Italia – VIDEO

Sabato 10 e domenica 11 ottobre, all’Arena Green House Padel di Santa Maria delle Mole (Roma) si assegna la Coppa dei Club TAP Air Portugal. Dopo una primavera resa durissima dal Covid e dalla “maratona” estiva per allineare i tabelloni alle fasi regionali, ci si gioca il titolo nazionale. Il campionato amatoriale a squadre organizzato dal Settore Padel MSP Italia, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI e che per il quarto anno consecutivo è sponsorizzato da TAP Air Portugal è pronto a eleggere la sua nuova regina. La cornice è d’eccezione, essendo l’Arena Green House l’unico palazzetto dello sport dedicato interamente al padel, con quattro campi divisi da una tribuna: la manifestazione, inoltre, rientra tra gli eventi della Comunità Europea dello Sport 2020 “Castelli Romani”.

Queste le squadre partecipanti: Pink Padel Club (Campione uscente edizione 2019), Colli Portuensi Bianca, TC Break Point Nettuno, Reggio Beach Games, Pro Padel Parma Academy, Padel Villanuova, Martin Padel.

VIDEO FINALE NAZIONALE 2019

Domani la Giornata dedicata a “Golf e Autismo”

Nell’ambito della manifestazione “Golf per Tutti”, con nove giornate gratuite di prova, per tutte le fasce d’età, svolta al Centro Sportivo di Roma “Tevere Golf”, domani 30 settembre si terrà l’iniziativa “Golf e Autismo”, con una tavola rotonda di confronto a partire dalle ore 16 e che coinvolgerà gli operatori socio-sanitari, del mondo della scuola, dello sport e rappresentanti istituzionali.

Per info: teveregolfclub@gmail.com