admin

CAMPIONATO NAZIONALE BODYBUILDING

4° EVENTO RINASCITA MESSINA BODYBUILDING

Premiazione miglior routine


26 MAGGIO 2024 PALAMILI SS 114, Mili Marina, 98100 Messina


CATEGORIE

  • Esordienti
  • Juniores – fino a 25 anni
  • Man physique beginner
  • Man physique -1,75
  • Man physique +1,75
  • Man physique over 35
  • Assoluto Man physique
  • Easy -4
  • HP -1,75
  • HP +1,75
  • Assoluto HP
  • Classic
  • Bodybuilding fino 75Kg
  • Bodybuilding fino 85Kg
  • Bodybuilding oltre 85Kg
  • Assoluto Bodybuilding
  • Bikini beginner
  • Bikini -1,60
  • Bikini +1,60
  • Bikini over 35
  • Assoluto Bikini
  • Shape
  • Over 40
  • Over 50

PER INFO

Contattare Marco Munafò / Angelo Minissale al 3471772529 marcomunafo88@gmail.com / mspmessina@gmail.com

CORSO FORMAZIONE INSEGNANTI I LIVELLO Qualifica di Aiuto Allenatore

CAPACCIO SCALO (SA) AREA CENTRO/SUD 2024

Il corso di formazione “Insegnanti I Livello abilitante la qualifica di Aiuto Allenatore” ha l’obiettivo di fornire preparazione tecnica/teorica di base agli aspiranti Insegnanti Majorettes, fondamentale per la costruzione di un percorso professionale proprio e della propria squadra.

Date:

9-10 Marzo, 13-14 Aprile, 25-26 Maggio, 21-22 Settembre
Orario lezioni: Sabati 15.30-20.30 – Domeniche 9.00-14.30
42 ore di formazione, come da SNAQ (Sistema Nazionale delle Qualifiche Sportive)

Termine iscrizioni:

Venerdì 1 Marzo 2024

Requisiti di accesso:

Età maggiore di anni 16

Programma:

  • Nozioni generali relative alla disciplina
  • Approccio all’insegnamento
  • Conoscenza ritmica musicale di base
  • Sviluppo motorio
  • Studio tecnica Pom Pon e Baton Twirling I° livello
  • Indicazioni e studio specifico per la realizzazione di coreografie in marcia

Docenti:

MADDALENA ZARAMELLA Responsabile Nazionale Settore Majorette Sport Dance

Modalità:

Il corso si svolgerà in presenza. Sede operativa Capaccio Scalo (SA) presso la Palestra Olimpia Viale della Repubblica.

Cosa rilascia:

Al termine del corso verrà rilasciato il Diploma di Qualifica Nazionale riconosciuto Coni e valido ai fini legali e fiscali di “Insegnante I Livello qualifica Aiuto Allenatore” Settore Majorette Sport Dance e il Tesserino Tecnico con conseguente iscrizione nell’Albo Nazionale dei Tecnici MSP Italia, consultabile online sul sito www.mspitalia.it.

Importante!

Per poter sostenere l’esame finale, necessario al conseguimento della qualifica, non è possibile perdere più di 1 giorno di corso.

Iscriviti al corso!

Per iscriversi, compilare il form preposto, qui di seguito riportato, il pagamento potrà essere effettuato o in un unica soluzione di Euro 490,00 tramite bonifico bancario, oppure suddiviso in 3 rate*: Euro 290,00 al momento dell’iscrizione, Euro 100,00 una settimana prima del secondo incontro, Euro 100,00 una settimana prima del terzo incontro (utilizzando il link ricevuto via mail). Nel caso in cui non si dovessero raggiungere il numero minimo di partecipanti la quota verrà rimborsata.
*N.B.: Nel caso in cui l’allievo/a decida di ritirarsi durante il percorso la quota dovrà comunque essere versata per intero. Potrà riprendere il percorso nei corsi che verranno organizzati successivamente.

Informazioni:

Maddalena Zaramella 334.7683622 Coordinatore nazionale del Settore
majorettesportdance@mspitalia.it
corsi@acadaemymsp.it

Loc. corso formazione majo 2024

CORSO FORMAZIONE INSEGNANTI I LIVELLO Qualifica di Aiuto Allenatore

CITTADELLA AREA NORD 2024

Il corso di formazione “Insegnanti I Livello abilitante la qualifica di Aiuto Allenatore” ha l’obiettivo di fornire preparazione tecnica/teorica di base agli aspiranti Insegnanti Majorettes, fondamentale per la costruzione di un percorso professionale proprio e della propria squadra.

Date:

13-14 Gennaio, 16-17 Marzo, 18-19 Maggio, 14-15 Settembre
Orario lezioni: Sabati 14.30-20.00 – Domeniche 8.30-13.30
42 ore di formazione, come da SNAQ (Sistema Nazionale delle Qualifiche Sportive)

Termine iscrizioni:

Venerdì 5 Gennaio 2024

Requisiti di accesso:

Età maggiore di anni 16

Programma:

  • Nozioni generali relative alla disciplina
  • Approccio all’insegnamento
  • Conoscenza ritmica musicale di base
  • Sviluppo motorio
  • Studio tecnica Pom Pon e Baton Twirling I° livello
  • Indicazioni e studio specifico per la realizzazione di coreografie in marcia

Docenti:

MADDALENA ZARAMELLA Responsabile Nazionale Settore Majorette Sport Dance

Modalità:

Il corso si svolgerà in presenza. Sede operativa Cittadella (PD) presso la Palestra della Scuola Primaria “Pozzetto” Via Vecchia di Bassano, n. 2

Cosa rilascia:

Al termine del corso verrà rilasciato il Diploma di Qualifica Nazionale riconosciuto Coni e valido ai fini legali e fiscali di “Insegnante I Livello qualifica Aiuto Allenatore” Settore Majorette Sport Dance e il Tesserino Tecnico con conseguente iscrizione nell’Albo Nazionale dei Tecnici MSP Italia, consultabile online sul sito www.mspitalia.it.

Importante!

Per poter sostenere l’esame finale, necessario al conseguimento della qualifica, non è possibile perdere più di 1 giorno di corso.

Iscriviti al corso!

Per iscriversi, compilare il form preposto, qui di seguito riportato, il pagamento potrà essere effettuato o in un unica soluzione di Euro 490,00 tramite bonifico bancario, oppure suddiviso in 3 rate*: Euro 290,00 al momento dell’iscrizione, Euro 100,00 una settimana prima del secondo incontro, Euro 100,00 una settimana prima del terzo incontro (utilizzando il link ricevuto via mail). Nel caso in cui non si dovessero raggiungere il numero minimo di partecipanti la quota verrà rimborsata.
*N.B.: Nel caso in cui l’allievo/a decida di ritirarsi durante il percorso la quota dovrà comunque essere versata per intero. Potrà riprendere il percorso nei corsi che verranno organizzati successivamente.

Informazioni:

Maddalena Zaramella 334.7683622 Coordinatore nazionale del Settore
majorettesportdance@mspitalia.it
corsi@acadaemymsp.it

Vademecum lavoratori sportivi

Il dipartimento dello sport, ha diramato il vademecum, per l’inserimento dei lavoratori sportivi all’interno del Registro delle attività sportive dilettantistiche.

Disponibile nel canale ufficiale Telegram di MSP Italia

Corso di formazione Tecnico 1° e 2° livello DANZE ANGOLANE – Rilascio tesserino Tecnico CONI – SNaQ

I Corsi di formazione “Insegnanti I Livello abilitante la qualifica di Aiuto Allenatore e di II Livello Allenatore/Tecnico” hanno l’obiettivo di fornire preparazione tecnica/teorica agli aspiranti Insegnanti Danze Angolane, fondamentale per la costruzione di un percorso professionale proprio e dei propri allievi.

Date:

  • Sabato 14 Ottobre (lezione dalle ore 10.30 alle ore 18) – online
  • Domenica 15 Ottobre (lezione dalle ore 10.30 alle ore 18) – online
  • Sabato 18 Novembre (lezione dalle ore 10.30 alle ore 18) – online
  • Domenica 19 Novembre (lezione dalle ore 10.30 alle ore 18) – online
  • Sabato 02 Dicembre (lezione dalle ore 10.30 alle ore 18) – in presenza *
  • Domenica 03 Dicembre (lezione dalle ore 10.30 alle ore 12:30 – dalle 13:30 sessione di esami in presenza *

* sede in presenza da definire

Iscrizione:

per iscriversi, compilare il form preposto al seguente link: https://docs.google.com/forms/d/1uKt7wlyd5DItTTlJjWWqm954_R2NFIgywqlVtZKa2mw/edit

Termine iscrizioni:

Mercoledì 30 Settembre – il corso di formazione sportiva è a numero chiuso e le iscrizioni chiuderanno al raggiungimento del numero dei posti disponibili

Requisiti di accesso:

Età maggiore di anni 16

Programma:

CORSO DI FORMAZIONE TECNICO 1° LIVELLO

  • – Prerequisiti: buono studio pregresso e conoscenza della tecnica della disciplina.
  • – La formazione si articola in lezioni teoriche a distanza e lezioni pratiche in presenza.
  • – Il Manuale delle Danze Angolale SNaQ – 1 è di supporto didattico.

TEORIA:

NORMATIVA GENERALE E FISCALE

  • LA FIGURA PROFESSIONALE FORMATA
  • METODOLOGIE, STRATEGIE E STRUMENTI DIDATTICI
  • ELEMENTI DI MEDICINA
  • L’ETA’ NELL’INSEGNAMENTO
  • DANZA E MUSICA
  • STORIA E CULTURA

PRATICA:

  • STUDIO DELLA TECNICA, PASSI E FIGURAZIONI BASICHE DI KIZOMBA, SEMBA E KIZOMBA CONTEMPORANEA.
  • LA DINAMICA DEI BRANI
  • ANALISI MUSICALE
  • STRUTTURARE UNA LEZIONE PER DIVERSI LIVELLI

ESAME:

Al termine della formazione sarà verificata l’abilità tecnica e didattica di ogni aspirante Maestro di Danze Angolane (Kizomba, Semba e Kizomba Contemporanea ed elementi di Tarraxinha e Tarraxo) attraverso un esame teorico e pratico. Previo esito positivo sarà rilasciato il Diploma e il Tesserino di Tecnico 1°, elementi di TARRAXINHA e TARRAXO Livello Danze Angolane.

CORSO DI FORMAZIONE TECNICO 2° LIVELLO

  • Prerequisiti: essere in possesso del diploma di 1° livello.
  • La formazione si articola in lezioni teoriche a distanza e lezioni pratiche in presenza.
  • Il Manuale delle Danze Angolale SNaQ – 2 è di supporto didattico.

Programma del corso

  • LA COREOGRAFIA
  • L’ AUTOVALUTAZIONE DELL’INSEGNANTE COME FATTORE DI CRESCITA E DI CAMBIAMENTO
  • PARLARE IN PUBBLICO: EMOZIONI E VOCE
  • GLI IMPIANTI AUDIO
  • INTERPRETAZIONE MUSICALE
  • LE COMPETIZIONI
  • STUDIO DELLA TECNICA, PASSI E FIGURAZIONI NON BASICHE DI KIZOMBA, SEMBA E KIZOMBA CONTEMPORANEA ED ELEMENTI DI TARRAXINHA E TARRAXO
  • STRUTTURARE UNA LEZIONE PER DIVERSI LIVELLI E OBBIETTIVI

ESAME:

Al termine della formazione sarà verificata l’abilità tecnica e didattica di ogni aspirante Maestro di Danze Angolane (Kizomba, Semba e Kizomba Contemporanea ed elementi di Tarraxinha e Tarraxo) attraverso un esame teorico e pratico. Previo esito positivo sarà rilasciato il Diploma e il Tesserino di Tecnico 2° Livello Danze Angolane.

Docenti:

Christian Toffoli e Gianfilippo Bisogni Responsabili nazionali Settore Danze Angolane – e dai formatori Davide Sartoris e Carlo Boffetti.

Modalità:

Il corso si svolgerà on line e in presenza come riportato sopra.  Il corso di formazione sportiva è a numero chiuso e le iscrizioni chiuderanno al raggiungimento del numero dei posti disponibili

La quota di partecipazione comprende:

  • il corso di formazione online e in presenza, sessione d’esame e un appello;
  • il materiale didattico che sarà trasmesso all’iscrizione;
  • quota di esame con rilascio di Diploma Nazionale e Tesserino Tecnico M.S.P., spediti al proprio domicilio.

Cosa rilascia:

Al termine del corso verrà rilasciato il Diploma di Qualifica Nazionale riconosciuto Coni e valido ai fini legali e fiscali di primo livello SNaQ Settore Danze Angolane e il Tesserino Tecnico con conseguente iscrizione nell’Albo Nazionale dei Tecnici MSP Italia riconosciuto CONI.

Franchigia di frequenza:

Per poter sostenere l’esame finale, necessario al conseguimento della qualifica, non è possibile perdere più di 1 giorno di corso.

Pagamento:

potrà essere effettuato o in un’unica soluzione tramite bonifico bancario o in forma di acconto e saldo in ogni caso entro e non oltre il giorno della prima lezione.  Nel caso in cui non si dovessero raggiungere il numero minimo di partecipanti la quota verrà rimborsata.  Inviare copia della contabile all’indirizzo email danzeangolane@mspitalia.it

MSP Italia

Banca Popolare di Sondrio

I B A N : IT87L0569603220000005631X06

Causale “CP Angola COGNOME NOME formazione tecnica”

Contatti MSP ITALIA SETTORE DANZE ANGOLANE

Email danzeangolane@mspitalia.it

Christian Toffoli 3492372680  – anche whatsapp

Gianfilippo Bisogni 3393496241

CORSO FORMAZIONE TECNICO – AREA NORD Ostellato (FE)

CORSO OPERATORI DI 1° LIVELLO

Obiettivi Formativi:

Il corso di primo livello è finalizzato ad acquisire gli elementi tecnici e teorici necessari ad operare affiancati da un tecnico – istruttore di secondo livello. Il percorso è stato studiato per ottenere questo primo importante risultato con gradualità e consapevolezza. Sono tre le fasi in cui è strutturato:

  • Preparazione tecnica con tecnici di 2°livello Msp o superiori: si tratta della fase che permetterà all’allievo di eseguire con consapevolezza e controllo le principali tecniche di base;
  • Preparazione teorica con i formatori (4 webinar, cfr scheda sottostante);             
  • Weekend formativo 21 e 22 ottobre (una piccola full immersion nel mondo nordic walking in cui si andrà ad approfondire e a confrontarsi con gli aspetti teorici esposti durante i webinar e con la parte tecnico esecutiva). Il weekend è strutturato in modo tale da fornire ai corsisti una continua interazione con docenti e candidati di secondo livello.

Finalità del corso:

Mostrare ai candidati l’importanza di andare oltre al nozionismo per potersi concentrare in autonomia e con professionalità sullo sviluppo tecnico dei propri futuri allievi.

Questo richiede un importante sforzo nella cura dei particolari ed una spiccata capacità di analisi dei fenomeni osservati sia a livello qualitativo che quantitativo.

A livello teorico, per ottenere una visione globale, si è pensato di introdurre pillole brevi ma efficaci di posturologia, di anatomia di superficie (oltre ad un focus sulle articolazioni di piede, ginocchio e spalla), metodologia e didattica dell’allenamento ma anche (a livello anatomico) dell’importanza della colonna vertebrale e (a livello fisiologico) del cuore, il muscolo più importante ed essenziale per pensare non solo ad una qualsiasi forma di movimento ma anche e soprattutto di vita!

Sul campo, invece, verificheremo tecniche di valutazione a occhio nudo e… con l’ausilio di videocamera; verranno presentati esercizi con e senza bastoncini.

Si porrà poi l’attenzione su alcune semplici regole per poter svolgere in sicurezza una attività di nordic walking: in attività collettive, non può bastare più il semplice buonsenso, ma sarà altrettanto utile seguire alcuni accorgimenti riguardanti l’alimentazione, l’idratazione, l’abbigliamento e l’equipaggiamento utilizzati, le protezioni solari…senza dimenticare la scelta, la gestione e il monitoraggio del percorso.

Requisiti di accesso:

  • Aver effettuato un corso base di nordic walking;
  • Aver maturato sufficienti ore di formazione sul campo;
  • Essere in grado di padroneggiare le tecniche di base;
  • Nulla osta dei formatori che prenderanno parte al corso
  • Aver compiuto 16 anni

Calendario incontri teorici:

Settimana 25 – 30 settembre Da definire serata Webinar serale  Organizzazione e struttura del corso + INQUADRAMENTO ACCORGIMENTI PRATICI E VARIE

Settimana 2 – 7 ottobre Da definire serata Webinar serale Nordic Walking Prevenzione e salute

Settimana 9 – 14 ottobre Da definire serata Webinar serale  Nordic Walking e capacità motorie

Settimana 16 – 20 ottobre Da definire serata Webinar serale  Propriocezione, postura e didattica dell’errore

Calendario incontri teorici:

SABATO 21 OTTOBRE:

  • Ore 8,30/8,45: Ritrovo e accreditamento;
  • Ore 8,45: Inizio lavori ci presentiamo giocando;
  • Ore 9,00: Lezione torica;
  • Ore 10, 50 – 11,05 Pausa caffè;
  • Ore 11,10: Esercitazioni pratiche e utilizzo videocamera;
  • Ore 12,30: Lezione teorica (sintesi di quanto effettuato sul campo);
  • Ore 13,00: Pausa pranzo;
  • Ore 14,00: Lezione pratica;
  • Ore 15,30: Lezione teorica;
  • Ore 17,00 conclusione e sintesi della giornata

DOMENICA 22 OTTOBRE:

  • Ore 9,00: ritrovo e ripasso generale anatomia e posturologia;
  • Ore 10,00: Ripasso teorico;
  • Ore 11,00 – 11,10: pausa caffè;
  • Ore 11,15: esercitazioni in esterna;
  • Ore 12,00: esame pratico (tecniche base + tecniche combinate e cambi tecnica con loro esposizione);
  • Ore 13,00: Pausa pranzo;
  • Ore 14,00: Ripasso generale;
  • Ore 15,00/15,30: test teorico;
  • Ore 15,35: inizio correzione;
  • Ore 16,00: Il nordic walking che verrà, alcuni possibili scenari per istruttori e operatori;
  • Ore 16:30: conclusioni e consegna attestati
  • E A seguire – per chi vuole – aperitivo in compagnia dal TOSCANO!

Termine iscrizioni:

Lunedì 9 Ottobre 2023 (posti limitati)

Docenti:

Roberto Cavalieri D’Oro Zanni, istruttore di IV Livello, giudice di gara

Francesco Lazzarini, istruttore di IV Livello, laureato in Scienze Motorie, giudice di gara

Modalità:

Il corso si svolgerà in presenza. Sede operativa Villa Belfiore (sede del corso 21-22 ottobre):

Via Pioppa, 27, 44020 Ostellato FE 

Cosa rilascia:

Al termine del corso verrà rilasciato un Attestato Nazionale di Operatore di 1° Livello riconosciuto MSP Italia, SNAQ e CONI.

Iscriviti al corso!

Per iscriversi, compilare il form preposto, qui di seguito riportato.
ATLETI Euro 230,00
*comprende, quota corso, assicurazione e rilascio titoli.


Per maggiori informazioni contattare:

Francesco Lazzarini 347.0835343 Coordinatore nazionale del Settore
nordicwalking@mspitalia.it
corsi@acadaemymsp.it

Lavoratore Sportivo

Dallo scorso 1° luglio è entrata in vigore la riforma del lavoro sportivo con cui si prevede il riordino delle disposizioni in materia di enti sportivi professionistici e dilettantistici.

Rinviata più volte, la riforma organica dello sport ha iniziato il suo percorso con la Legge delega numero 86/2019 cui sono seguiti cinque decreti attuativi. Ad oggi si è peraltro in attesa di un ulteriore decreto correttivo, anticipato in conferenza stampa l’8 giugno 2023 dal Ministro per lo Sport Andrea Abodi e dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Marina Calderone.

Tra le novità di maggior rilievo spicca l’eliminazione della distinzione tra settore professionistico e dilettantistico, grazie ad una definizione unitaria del lavoratore sportivo.

La riforma, in realtà, tocca in minima parte il mondo del professionismo, per dedicarsi soprattutto allo sport dilettantistico, caratterizzato da oltre 350 discipline. Vengono in particolare previste novità fiscali e contemplate una serie di tutele di tipo previdenziale ed assicurativo.

Analizziamo la riforma in dettaglio.

Chi è il lavoratore sportivo?

Ai sensi dell’articolo 25, comma 1, Decreto legislativo 28 febbraio 2021 numero 36, si considera lavoratore sportivo l’atleta, l’allenatore, l’istruttore, il direttore tecnico, il direttore sportivo, il preparatore atletico e il direttore di gara che, senza alcuna distinzione di genere e a prescindere dal settore professionistico o dilettantistico, esercita l’attività sportiva verso un corrispettivo.

E’ lavoratore sportivo anche ogni tesserato che, a fronte di un corrispettivo, svolge mansioni necessarie per lo svolgimento dell’attività sportiva, individuate dai regolamenti tecnici dei singoli enti affiliati, con esclusione dei collaboratori amministrativo – gestionali.

Si parla di lavoratore sportivo, in definitiva, ogni qual volta il soggetto è tesserato e svolge (verso corrispettivo) le mansioni indicate nel citato comma 1, articolo 25 ovvero quelle rientranti, sulla base dei regolamenti dei singoli enti affiliati, tra quelle necessarie per lo svolgimento di attività sportiva.

Cos’è e come funziona il rapporto di lavoro sportivo

Nel momento in cui ne ricorrono i presupposti l’attività di lavoro sportivo (articolo 25, comma 2) può costituire oggetto di un rapporto di lavoro subordinato o autonomo, anche nella forma delle collaborazioni coordinate e continuative, fatta salva l’applicazione dell’articolo 2, comma 1, lettera d), Decreto legislativo numero 81/2015, con cui si esclude la presunzione di subordinazione nei confronti delle collaborazioni rese a fini istituzionali in favore delle Associazioni (ASD) e Società sportive dilettantistiche (SSD) affiliate alle Federazioni sportive nazionali (FSN), alle Discipline sportive associate (DSA) e agli Enti di promozione sportiva (EPS) riconosciuti dal CONI, come individuati e disciplinati dall’articolo 90 della Legge numero 289/2002.

Come rilevato dalla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, nell’approfondimento del 27 giugno 2023, la presunzione semplice contenuta nel D.Lgs. numero 81/2015 può essere tramutata in “presunzione di tipo legale” attraverso la certificazione del contratto ai sensi dell’art. 75 e seg del D.Lgs. n. 276/2003, procedura che non può che essere fortemente consigliata come elemento deflattivo del contenzioso, visto l’elevato livello di contestazioni riguardanti la qualificazione del rapporto presente nel settore”.

Nell’ambito del lavoro sportivo non è ammesso l’utilizzo del lavoro occasionale di tipo accessorio (PrestO) di cui al Decreto – legge numero 50/2017.

Come funziona il rapporto di lavoro subordinato sportivo

Concentrandoci su quello che è il contratto di lavoro subordinato sportivo, quest’ultimo può contenere un termine finale, senza causale, non superiore a 5 anni dalla data di inizio del rapporto.

E’ consentita comunque:

  • La successione di contratti a tempo determinato fra gli stessi soggetti;
  • La cessione del contratto, prima della scadenza, da una società o associazione sportiva ad un’altra, purché vi consenta l’altra parte e siano osservate le modalità fissate dalle Federazioni Sportive Nazionali, dalle Discipline Sportive Associate e dagli Enti di Promozione Sportiva.

Al contrario, il contratto non può contenere riserve di non concorrenza post contrattuale. Ammessa invece una clausola compromissoria che deferisce le controversie concernenti l’attuazione del contratto a un collegio arbitrale, stabilendo il numero e i nominativi degli arbitri, ovvero la modalità di nomina.

Ai rapporti non si applicano comunque le seguenti disposizioni:

  • Legge numero 300/1970, articoli 4 (impianti audiovisivi), 5 (accertamenti sanitari), 18 (tutela in caso di licenziamento);
  • Legge numero 604/1966, sulle norme riguardanti i licenziamenti individuali;
  • Legge numero 92/2012, articolo 1, commi da 47 a 69, su disposizioni generali, tipologie contrattuali, flessibilità in uscita e tutele del lavoratore;
  • Legge numero 108/1990, articoli 2 (riassunzione e risarcimento del danno), 4 (area di non applicazione), 5 (tentativo obbligatorio di conciliazione, arbitrato e spese processuali);
  • Legge numero 223/1991, articolo 24 (norme in materia di riduzione del personale);
  • D.Lgs. numero 23/2015, disposizioni in materia di contratto a tutele crescenti;
  • Codice civile articolo 2103 sulla prestazione di lavoro.

Da ultimo, in caso di sanzioni disciplinari irrogate da Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate ed Enti di Promozione Sportiva non si applicano le disposizioni dell’articolo dello Statuto dei Lavoratori (Legge numero 300/1970).

Come funziona il rapporto di lavoro nel settore professionistico

Le attività rese dagli atleti come prestazione principale, ovvero prevalente e continuativa, nel settore professionistico, si presumono oggetto di contratto di lavoro subordinato.

Può tuttavia trovare spazio un rapporto di lavoro autonomo quando ricorre almeno uno dei seguenti requisiti:

  • Attività svolta in una singola manifestazione sportiva o in più manifestazioni tra loro collegate in un breve periodo di tempo;
  • Lo sportivo non è vincolato a presenziare ad allenamenti o sedute di preparazione;
  • La prestazione oggetto di contratto, seppur continuativa, non supera le otto ore settimanali, i cinque giorni al mese ovvero trenta giorni all’anno.

Il rapporto di lavoro si formalizza con assunzione diretta. La forma scritta del contratto è richiesta ad sustantiam secondo un modello – tipo predisposto ogni tre anni, in conformità al Ccnl, dalla Federazione Sportiva Nazionale e Disciplina Sportiva Associata, con il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale delle categorie di lavoratori interessate.

Come funziona il rapporto di lavoro nel settore dilettantistico

Nell’area del dilettantismo il rapporto si presume oggetto di contratto di lavoro autonomo, nella forma della collaborazione coordinata e continuativa, quando ricorrono i seguenti requisiti nei confronti del medesimo committente:Nell’area del dilettantismo il rapporto si presume oggetto di contratto di lavoro autonomo, nella forma della collaborazione coordinata e continuativa, quando ricorrono i seguenti requisiti nei confronti del medesimo committente:

  • La durata delle prestazioni oggetto del contratto, pur avendo carattere continuativo, non supera le 18 ore settimanali (destinate a diventare 24 come previsto dal decreto in via di emanazione), senza considerare il tempo dedicato alla partecipazione a manifestazioni sportive;
  • Le prestazioni oggetto del contratto risultano coordinate sotto il profilo tecnico – sportivo, in osservanza dei regolamenti delle Federazioni Sportive Nazionali, delle Discipline Sportive Associate e degli Enti di Promozione Sportiva.

All’Associazione Sportiva Dilettantistica o Società Sportiva Dilettantistica è fatto obbligo di comunicare al Registro delle attività sportive dilettantistiche (RAS), i dati necessari all’individuazione del rapporto.

Aspetti fiscali del lavoro sportivo

I compensi dei lavoratori sportivi nell’area del dilettantismo non vengono più qualificati come redditi diversi bensì come redditi da lavoro. Gli stessi non costituiscono base imponibile ai fini fiscali sino all’importo complessivo annuo di 15 mila euro.

La soglia in parola dev’essere intesa come soggettiva, riferita a ciascun lavoratore.

Se l’ammontare delle somme supera il tetto di 15 mila euro, soltanto la parte eccedente concorre a formare il reddito.

All’atto del pagamento è fatto obbligo al lavoratore sportivo di autocertificare l’ammontare dei compensi già percepiti, per prestazioni analoghe, complessivamente rese nell’anno.

Quali novità sul piano contributivo?

La riforma del lavoro sportivo ridefinisce il trattamento previdenziale dei compensi riconosciuti ai lavoratori sportivi a seconda della tipologia di rapporto lavorativo intrattenuto.

A prescindere dal settore professionistico o dilettantistico, i lavoratori sportivi subordinati saranno iscritti al Fondo Pensione Sportivi Professionisti dell’Inps, che assume ora la denominazione di Fondo Pensione dei Lavoratori Sportivi.

Saranno altresì iscritti al Fondo Pensione in parola i lavoratori sportivi autonomi e i collaboratori coordinati e continuativi operanti nel settore professionistico.

Grazie alla riforma vengono adeguate anche le aliquote contributive, riallineandole alla generalità dei lavoratori dipendenti. Prevista invece l’esclusione di:

  • Contribuzione aggiuntiva NASpI dell’1,40%;
  • Ticket di licenziamento NASpI, previsto in caso di licenziamento dei lavoratori a tempo indeterminato.

Da ultimo, nell’area del dilettantismo, i lavoratori con contratto di co.co.co. o che svolgono prestazioni autonome saranno iscritti alla Gestione Separata Inps. Tuttavia, fino a 5 mila euro non vi sarà alcun assoggettamento a contributi. Sulla parte eccedente, è prevista un’aliquota da dividersi in due terzi a carico del committente ed un terzo a carico del collaboratore, pari complessivamente al 25% più il 2,03% di contributi minori assistenziali. Per i soggetti già pensionati o assicurati ad altre forme previdenziali obbligatorie l’aliquota è fissata al 24%.

Come ulteriore misura agevolativa, la base imponibile sarà ridotta del 50% sino al 31 dicembre 2027.

Fac-Simile contratto e lettera d’incarico

RIFORMA DELLO SPORT: gli adempimenti per le modifiche degli statuti.

Con il Dlgs n. 36/2021 sono stati introdotti degli elementi nuovi per gli statuti delle organizzazioni sportive. 

Oggetto sociale – In primis, nella redazione dello statuto bisogna prestare attenzione alla definizione dell’oggetto sociale , in quanto è diventato necessario specificare:

  • l’esercizio in via stabile e principale dell’organizzazione e gestione di attività sportive dilettantistiche;
  • la circostanza che oltre alle attività sportive – da intendersi come l’organizzazione e/o la partecipazione di una Asd/Ssd a competizioni sportive territoriali, nazionali ed internazionali approvate e/o indette dall’organismo sportivo che l’ha riconosciuta ai fini sportivi e affiliata, i cui risultati siano riconosciuti dallo stesso organismo – il sodalizio svolga le attività di:
  1. formazione, attraverso iniziative finalizzate alla formazione e all’aggiornamento dei tesserati dell’Organismo sportivo che ha affiliato e riconosciuto ai fini sportivi la Asd/Ssd, incluse le attività di divulgazione dei valori dello sport quale strumento di miglioramento della vita e della salute, nonché mezzo di educazione e di sviluppo sociale, con particolare attenzione a temi come la tecnica della disciplina sportiva, i controlli sanitari, le norme di sicurezza dei tesserati, e l’ordinamento sportivo. Le attività formative possono essere organizzate direttamente dall’organismo sportivo o dalla stessa Asd/Ssd in possesso dei requisiti didattici richiesti dall’Organismo sportivo che l’ha affiliata e riconosciuta ai fini sportivi e condotte da docenti in possesso di specifiche competenze e professionalità;
  2. didattica, ossia l’organizzazione o la partecipazione a corsi di avviamento allo sport e per la pratica della disciplina sportiva quando in possesso dei requisiti tecnici richiesti dall’Organismo sportivo che l’ha riconosciuta ai fini sportivi e per attività dallo stesso riconosciute;
  3. preparazione e assistenza all’attività sportiva dilettantistica.

Attività diverse – L’organizzazione sportiva può esercitare, il decreto legislativo anche le attività diverse da quelle sopra  elencate . La condizione  è che l’atto costitutivo o lo statuto lo consentano”. 

Il dDgs n. 36/2021 non prevede un termine entro cui è necessario adottare tali modifiche ma lo  schema di decreto legislativo correttivo (approvato lo scorso 31 maggio 2023)   al  Dlgs n. 36/21 prevede che si possa procedere entro il 31 dicembre 2023.

La modifica dovrà essere adottata con delibera dell’assemblea straordinaria, nel rispetto dei quorum costitutivi e deliberativi previsti dallo statuto.

Nel caso di società sportive dilettantistiche a responsabilità limitata, cooperative e associazioni sportive dilettantistiche con personalità giuridica sarà necessario  rivolgersi al notaio

Ricordiamo che le associazioni che abbiano adottato lo statuto nella forma dell’atto pubblico ma non abbiano chiesto/ottenuto la personalità giuridica possono modificarlo anche con scrittura privata registrata, salva diversa disposizione statutaria.

Per semplificare la comprensione e la stesura dello stesso, rimettiamo, qui di seguito, una format standard:

CORSO FORMAZIONE ATLETI – AREA NORD Cittadella (PD) – 3° INCONTRO

CORSO TECHNICAL POM PON STEP 1

Livello principianti

Date:

Domenica 17 Settembre 2023

Orario 14.30-18.30

Termine iscrizioni:

Domenica 10 Settembre 2023 (posti limitati)

Requisiti di accesso:

Età maggiore di anni 6

Programma:

  • Elementi di danza
  • Serie elementi tecnici pom pon
  • Esercizio coreografico

Docenti:

MADDALENA ZARAMELLA

Modalità:

Il corso si svolgerà in presenza. Sede operativa Cittadella (PD) presso la Palestra della Scuola Primaria “Pozzetto” Via Vecchia di Bassano, n. 2

Cosa rilascia:

Al termine del corso verrà rilasciato un Attesta di Partecipazione

Iscriviti al corso!

Per iscriversi, compilare il form preposto, tramite il pulsante, qui di seguito riportato.
ATLETE AFFILIATE Euro 25,00
ATLETE NON AFFILIATE Euro 40,00*
*per le atlete non affiliate il costo prevede la quota di tesseramento assicurativo giornaliero

Per maggiori informazioni contattare:

Maddalena Zaramella 334.7683622 Coordinatore nazionale del Settore
Roberta Ruggeri 339.1421562 Coordinatore nazionale del Settore
majorettesportdance@mspitalia.it
corsi@acadaemymsp.it